Feeds:
Articoli
Commenti

Nuovi aggiornamenti dal fronte Video, a quanto pare il colosso di Google ha deciso di chiudere i battenti il 29 aprile e gli utenti avranno la possibilità di scaricare i propri filmati fino al 13 maggio, nel frattempo il grande G ha imposto un nuovo codec per i video che passano per il tubo, e non quello catodico… YouTube dichiara che già il 30% dei video inseriti sono stati convertiti in WebM un impresa per nulla facile per il grande colosso video.
Questi video saranno accessibili solo a quei Brwoser compatibili con il formato WebM (firefox, crhome, opera) a dispetto di explorer che dovrà utilizzare plugin ad hoc.
Annunci

Qualche giorno fa vi ho parlato di come in Italia si sta diffondendo la cultura internettiana e si stanno creando nuove figure di lavoro.. bene oggi vi parlo di una figura che ancora non è del tutto affermata e compresa nel web e si tratta di una figura che non può essere definita un webmaster a tutti gli effetti ma neanche un dilettante…

Oggi la figura del webmaster si è evoluta in altre più o meno specializzate se si può dire così, cioè se il webmaster dovrebbe sapere almeno un linguaggio di programmazione, conoscere bene gli standard w3c, la struttura del web e tante altre cose ancora questa nuova figura diciamo che conosce in maniera più generica queste cose… mi spiego meglio.

Con lo sviluppo tecnologico negli ultimi anni c’è stato il boom dei CMS (content management system), per chi non lo sa è un sistema di inserimento di contenuti installato su un server web collegato ad un database nella maggior parte dei casi, questo permette di rendere più semplice la vita di molti, dal giornalista al webmaster professionale.

In questi anni si sono venuti a formare quindi degli “specialisti” dei CMS, c’è chi si specializza in un sistema piuttosto che in un altro magari con l’aiuto e la conoscenza del php o asp, c’è chi invece si specializza nel creare dei template quindi lavorare con la struttura grafica imparando i segreti dei CSS… e per fare ciò non si può essere considerati dei veri webmaster perchè queste sono figure specializzate in un ambito preciso, per farmi capire ed evitare malintesi… pensate ad uno chef di alta cucina, lo chef sa fare il pane, la pizza, i dolci, carne e pesce… ed è per la sua immensa cultura ed esperienza che viene considerato chef, ma c’à il panettiere che è specializzato nella produzione di pane ma molto probabilmente saprà fare anche la pasta e non per questo può essere considerato chef… il nostro chef quindi è il webmaster mentre le figure satelliti sono quindi tutte le altre specializzate nei singoli settori…

Quindi una brigata di cucina ha lo chef e il panettiere, pasticcere, cuoco di partita, il comis…

Nel web però le cose cambiano, oggi per sviluppare un sito web non è necessario avere un webmaster con altre figure sottoposte, proprio perchè i CMS ci rendono la vita un pochino più semplice ma allo stesso tempo più avventurosa perchè l’esperienza porta poi ad aumentare le conoscenze ma anche migliorare le proprie capacità di problem solving, prima o poi chiunque si trovi ad installare un cms che sia wordpress o joomla si troverà di fronte ad un codice php che non sa decifrare ed ecco che in aiuto vengono gli esperti e intanto si comincia ad imparare.

Esattamente una decina di anni fa ho iniziato ad avere l’esigenza di uno spazio tutto mio e quindi compro un dominio e monto un CMS di phpbb con tanto di forum, poi ho cominciato ad appassionarmi così da phpbb sono passata a imparare l’html e i css iniziando a sperimentare qualche sitarello in web 1 fino ad arrivare ad oggi che grazie a CMS come Drupal e WordPress non solo riesco a implementare dei portali complessi ma riesco a realizzare un tema, a risolvere dei bug di codice anche senza essere una cima in programmazione… il web quindi porta le persone creative a sviluppare ulteriori capacità, non nego che a volte è noioso lavorare con i codici per chi non li ha mai voluti imparare ma spesso è anche una sfida… questo ha portato me e tante altre persone a crearsi una vera attività in rete che permette forse di arrotondare qualcosina senza troppe pretese, nascono così nuovi progetti nel web, nuove figure professionali e nuove alternative di lavoro.

Che l’Italia sia ancora parecchio indietro soprattutto in cultura questo è evidente, infatti è uno dei motivi che mi spinge a portare avanti il mio progetto KatStudio che non è un semplice modo di realizzare siti web ma è quello di dare formazione e informazione a 360 gradi utilizzando la mia esperienza.

Se volete avere utleriori informazioni sulle potenzialità di questo tipo di lavoro o avviare una collaborazione non esitate a contattarmi 

Passo e Chiudo

Cheru ^_^

… lavorare nel web…


Uno degli argomenti che tratteremo spesso in questo “blog” è proprio il lavoro, un tema dolente nella nostra società italiana ma a quanto pare non così drammatica se puntiamo all’innovazione.

Secondo uno studio della The Boston Consulting Group (BCG) commissionato da Google, negli ultimi anni la notevole crescita del web ha portato anche ad aiutare in quei settori problematici come il lavoro in Italia dove precariato e disoccupazione sono il pane quotidiano.

Lo studio della BCG dice che il valore del PIL in Italia è aumentato grazie ad internet, siamo la popolazione più cellularizzata in europa che utilizza regolarmente il proprio cellulare-smartphone per connettersi al web e non solo, grazie all’innovazione tecnologica il web ha permesso alle grandi aziende di aumentare il loro potere economico, costrette anche a cercare determinate figure specializzate e quindi ad aumentare i posti di lavoro…

Tra e-commerce e social-network i  ricavi sembrano numeri da capogiro ed ecco che per l’Italia si aprono nuove opportunità… dallo sviluppare siti web allo sviluppo grafico a fare il copywritter…

Chi si cimenta in questa avventura soprattutto nel bel paese troverà non poche problematiche, una di queste è il farsi conoscere, non basta un sito web, il saper scrivere bene e avere una buona ottimizzazione SEO ma aihmè anche nel web ci vorranno le conoscenze e quindi si parte con la scalata e lo sfruttamento dei social network per una propria strategia….

Nel prossimo futuro lo studio dice che ci saranno notevoli sviluppi sull’economia del nostro bel paese, che le piccole e medie imprese dovranno accorgersi prima o poi che se non vogliono morire dovranno trasferirsi nel web…

La popolazione digitale è in continua crescita, si stima che il 70% degli italiani in età compresa tra i 6 e 45 anni sono connessi, il 44% tra i 45 e 64 e il 40% over 65 anni… fenomeno in continua crescita, in soldoni manca poco meno della metà della popolazione per poter dire che l’Italia è connessa!!!

Tutti questi dati li potete trovare facilmente su Fattore Internet

A questo punto non mi resta che concludere dicendo che forse tra le pecore qualcuno si salva, che il web ormai è la nostra arma di sopravvivenza e che dobbiamo studiare e imparare per comprendere meglio questo misterioso strumento che si chiama web marketing…

Passo e Chiudo

Cheru.


I titoli di oggi di google news:

Sbarchi, due donne morte a Pantelleria
Processo breve, oggi l’ultima maratona
Allarme rosso a Fukushima Livello 7 come Chernobyl
Genova, bomba nel centro d’accoglienza
Parigi e Londra contro la Nato«In Libia non fa abbastanza»
3 milioni gli italiani con il diabete, vera pandemia mondiale
Facebook: Mark Zuckerberg respinge l’assalto dei gemelli

La cronaca ci parla di immigrazione e Giappone, due situazioni catastrofiche dove l’Italia in entrambi i casi sembra ignorare a parte i cittadini di Lampedusa e i parenti di chi al momento è nella zona radioattiva di Chernobyl 2 il ritorno…

Tra un dramma e l’altro si parla alla camera di processi brevi mentre gli avvocati di B. lavorano sui suoi processi (forse) e intanto a Genova una bella bomba non guasta, all’estero la situazione è esilarante, due potenze come Francia e Inghilterra sono contro la nato per le questioni della Libia nel frattempo mentre li si muore in Italia sembra che il diabete sia diventato quasi un virus e che Mark Zuckerberg viene chiamato continuamente a giudizio perchè ha sempre qualche soldo da dare a qualcuno… e anche a me…

Con l’arrivo di questo social-network è arrivato i piattismo totale, di quello che accade nel mondo non frega un emerito cazzo a nessuno? Ho più di 800 “amici” sui miei account di FB e tutti sono concentrati a sparare cazzate e link inutili … mentre il mondo collassa.

In Giappone la gente muore e su facebook ci si concentra a sparare la cazzata del giorno XD

In Italia la gente muore (di fame) però non riesce a stare senza facebook

Poi da 3 settimane stanno montando 2 e dico 2 altalene nel parchetto di fronte al mio giardino e poi ad un pranzo mi viene detto: mi voti alle prossime elezioni? Perchè mai dovrei farlo?

C’è chi vive con un part-time e chi ha un lavoro che gli permette di montare 2 altalene con moooolta comodità, si dice che Dio ha costruito il pianeta in 5 giorni, il sesto ha creato due esseri imperfetti, il settimo si è reso conto della cazzata e si è fermato prima di fare ulteriori danni.

Mille modi di pensare, uno di questi è pensare come pecore… come delle brave pecore si condividono link  creati da bimbiminkia o da gente che è in ufficio a rubare i soldi mentre chi lotta per tenersi a denti stretti il suo lavoro… non spetta a nessuno giudicare ma i fatti questi sono… non fare finta di nulla tu che ti senti rosicare dentro pensando: ma chi si crede di essere per scrivere ste cose?

Il vero problema è che non si ha più voglia di pensare, agire… siamo diventati pigri, pecore pigre!!!

Nel frattempo copio l’idea di un mio caro amico con questa geniale immagine che non ho idea di chi l’abbia creata… ecco mentre le pecore belano io le osservo così

Passo e chiudo.

Cheru


La notizia è ufficiale “Fukushima è come Chernobyl” questi sono i titoli delle testate giornalistiche più importanti.

La Tepco ha annunciato la gravità dell’incidente, il livello di pericolosità è stato innalzato al 7 cioè il massimo classificandola così al pari del disastro di Chernobyl dell’anno 1986. Un funzionario della società dichiara che le perdite radioattive non si sono ancora fermate e che la cosa potrebbe andare oltre superando il disastro d Chernobyl precisando però che le emissioni radioattive al momento equivalgono al 10% rispetto a quelle registrate nella disastro di Chernobyl e le brutte notizie non finiscono, a quanto pare questa mattina è stata registrata una nuova forte scossa proprio a Fukishima che ha costretto la Tepco a far evacuare l’impianto.

Direi che è peggio di un bollettino di guerra.

 

Ecco come aiutare il Giappone:

Per chi mastica l’inglese TimeOut: Japan earthquake how you can help

American Red Cross

Save The Children

International Medical Corps

… Amare


Amare, cos’è l’amore? Come dice Vinicio Capossela

Esistono veramente mille modi di amare?

Perchè no? Ogni persona ama a modo suo, c’è chi preferisce fare i fatti piuttosto che stordire con le parole, chi invece preferisce dedicare una poesia perchè è più impacciato nei fatti…

L’amore cos’è? Ti fa soffrire, gioie, arrabbiare…

Non esistono manuali che ci insegnano ad amare e ad essere amati, nessuno ci da il libretto di istruzioni quando ci innamoriamo però ogni tanto ci sentiamo dire: per fare un buon caffè devi usare l’amore…

Se fai le cose con amore ti vengono bene…

Noi amiamo in fin dei conti in tanti modi, amiamo i nostri genitori, figli, animali e partners ma anche le scarpe nuove, i nostri amici e tanto altro…

Che cos’è quindi l’amore? Ipossibile dargli una definizione ma tutti sono in grado di sapere dentro il loro cuore di cosa si tratta… e se non sei capace di ascoltarlo allora lo temi… temere l’amore? Equivale a temere la vita!!!

K.M.


Come per il cane anche il gatto ha un suo carattere ma è completamente differente sia da allevare che nella scelta.

Il gatto rispetto al cane è un animale fiero e indipendente, intelligente e molto furbo e sa essere anche riconoscente 🙂

Il Gatto ad esempio se lo si adotta da adulto, soprattutto se si hanno bimbi in casa è molto meglio perchè già si capisce che carattere ha a dispetto di un cucciolo che se inizialmente è un continuo fuseggiare da adulto potrebbe diventare un dispettoso micio possessivo.

Il gatto vive come il cane anche 15-20 anni quindi è importante rendersi conto che parte della nostra vita la passeremo con loro…

Per prima cosa informarsi sulle razze e chiedere consiglio ad un veterinario, andare in un gattile e farsi aiutare da un volontario è la scelta consigliata e se si è alla prima esperienza un trovatello adulto anche di 2-3 anni già maturo ed educato sarebbe l’ideale…

Non è assolutamente vero che il gatto adulto non si affeziona e il cucciolo si, il gatto se non sta bene va via, l’adulto soprattutto se arriva da un passato difficile nel momento in cui comincia a fidarsi della persona che lo accudisce ci entra quasi in simbiosi, se mi lasciate passare il termine…

Il gatto è un animale delicato, va rispettato e non va maltrattato, ci vuole pazienza e sono i re della casa.

Se presi da cuccioli non devono avere meno di 60 giorni e bisogna assicurarsi che siano stati con la mamma per il giusto imprinting, altrimenti insegnargli a fare i bisogni nella lettiera e a mangiare senza ingozzarsi diventa un’impresa difficile 🙂

E con questo vi auguro una stupenda avventura con il vostro micio ^_^

Passo e chiudo.

Cheru

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: